Un nuovo ufficio per regolare la tecnologia: l’UE investe sull’Intelligenza Artificiale

La Commissione Europea Annuncia un’Agenzia per l’Intelligenza Artificiale

La Commissione europea ha annunciato la creazione di un’agenzia dedicata alla regolamentazione dell’intelligenza artificiale (IA) in Europa. Questa nuova entità, composta da 140 esperti in tecnologia, diritto ed economia, avrà il compito di attuare la nuova legislazione sull’IA, che è stata adottata il 21 maggio dai Venti-Sette. Situata a Bruxelles, l’agenzia mira a promuovere un ecosistema dell’IA innovativo, competitivo e rispettoso dei valori europei.

Il Commissario per il Digitale, Thierry Breton, ha dichiarato che la nuova legislazione, che entrerà in vigore nel 2026, adotterà un approccio basato sul rischio. I sistemi di IA con rischio limitato saranno soggetti a obblighi di trasparenza leggeri, mentre quelli ad alto rischio, come quelli utilizzati nelle infrastrutture critiche o nell’istruzione, saranno soggetti a requisiti più rigidi. Le proibizioni saranno rare e si concentreranno su applicazioni contrarie ai valori europei, come i sistemi di valutazione dei cittadini o di sorveglianza di massa.

Nuove Regole per l’IA Generativa e la Trasparenza

La nuova regolamentazione include anche regole specifiche per l’IA generativa, come ChatGPT di Open AI. Queste regole mirano a garantire la qualità dei dati utilizzati nello sviluppo degli algoritmi e il rispetto dei diritti d’autore. Sarà obbligatorio identificare chiaramente i contenuti generati artificialmente per evitare manipolazioni dell’opinione pubblica.

L’ufficio dell’IA avrà il compito di applicare uniformemente la regolamentazione in tutta l’Unione europea, collaborando con gli Stati membri per indagare sulle violazioni e gestire le sanzioni contro i trasgressori. Inoltre, l’agenzia identificherà i rischi delle nuove tecnologie e sosterrà la ricerca europea.

La Sfida degli Investimenti nell’IA in Europa

In un recente rapporto, la Corte dei conti europea ha criticato l’UE per non aver investito sufficientemente nell’IA per competere con i leader mondiali del settore. La Commissione europea è stata accusata di non aver coordinato adeguatamente le sue misure con quelle degli Stati membri e di non aver monitorato sistematicamente gli investimenti.

Per affrontare la sfida dell’IA, la Corte ha sottolineato la necessità di una governance più forte e di investimenti pubblici e privati più consistenti e mirati. La nuova agenzia per l’IA rappresenta un passo avanti in questa direzione, con l’obiettivo di consolidare la posizione dell’Europa nel campo dell’intelligenza artificiale e di garantire uno sviluppo tecnologico etico e sicuro.

Fonte: agendadigitale.eu

➡️ACCEDI A CHATGPT IN ITALIANO CLICCANDO QUI ! ⬅️

Comments

intelligenza - Chat GPT Italia

[…] momento in cui l’apparizione di ChatGPT ha reso tangibile la potenza dell’intelligenza artificiale (IA) e la sua capacità di trasformazione, molti sono preoccupati per il suo impatto […]

Esegui l'accesso per Commentare