Scusa per la voce di Scarlett Johansson copiata per ChatGPT: il mea culpa del boss di OpenAI

Una voce che assomiglia in modo impressionante a quella di Scarlett Johansson: accusato di aver copiato la voce dell’attrice attraverso ChatGPT, il CEO di OpenAI, Sam Altman, si è scusato martedì, annunciando contemporaneamente la sospensione di Sky, la voce generata dall’intelligenza artificiale incriminata. “Per rispetto nei confronti della Signora Johansson, abbiamo sospeso l’utilizzo della voce di Sky nei nostri prodotti. Ci scusiamo con la Signora Johansson per non aver comunicato meglio”, ha dichiarato Sam Altman, secondo una dichiarazione inviata via email all’AFP da OpenAI.

Ispirato al film “Her”

L’attrice accusa l’azienda e il suo capo di aver volontariamente e senza il suo consenso copiato la sua voce. “Sono rimasta scioccata, arrabbiata e incredula che Sam Altman abbia creato una voce così simile alla mia che i miei amici più stretti e i media non potevano fare la differenza”, ha dichiarato in un comunicato pubblicato lunedì sera. “Lo scorso settembre ho ricevuto un’offerta da Sam Altman, che voleva assumermi come voce del sistema ChatGPT 4.0 attuale”, ha raccontato. “Ha detto che pensava che la mia voce potesse confortare le persone”, ha aggiunto, sottolineando di aver “rifiutato l’offerta”.

Inoltre, Scarlett Johansson ha spiegato che Sam Altman ha “insinuato che la somiglianza era intenzionale, tweettando una sola parola, ‘Her'”. Una parola che significa “lei” in inglese, ma anche il titolo del film in cui l’attrice era la voce di un sistema d’intelligenza artificiale e da cui i creatori di ChatGPT non hanno nascosto di essersi ispirati. “La voce di Sky non è affatto un’imitazione di quella di Scarlett Johansson”, ha però assicurato OpenAI in un articolo pubblicato sul suo blog, affermando che è stata sviluppata con la voce di un’altra attrice professionista.

“Deepfakes”

Sam Altman ha ribadito nella sua dichiarazione che “la voce di Sky non è quella di Scarlett Johansson e non è mai stata intesa a somigliarle. Abbiamo scelto l’attrice dietro Sky prima di qualsiasi contatto con la Signora Johansson”. L’attrice ha affermato dal canto suo di essere “stata costretta ad assumere un consulente legale, che ha scritto due lettere al Signor Altman e a OpenAI, (…). Di conseguenza, OpenAI ha accettato a malincuore di rimuovere la voce ‘Sky'”.

“In un momento in cui tutti stiamo affrontando i deepfakes e la protezione della nostra stessa immagine, del nostro lavoro, della nostra identità, penso che queste questioni meritino una chiarezza assoluta”, ha deplorato, dicendo di aspettarsi “con impazienza” l’adozione di “una legislazione appropriata per contribuire a garantire la protezione dei diritti individuali”. OpenAI ha invece dettagliato il modo in cui ha lavorato, con attori professionisti, per creare diverse voci digitali, chiamate Breeze, Cove, Ember, Juniper e, quindi, Sky.

Nuove voci in arrivo

Questa vicenda arriva pochi giorni dopo che OpenAI ha annunciato lo scioglimento del suo team il cui compito era mitigare i potenziali pericoli a lungo termine di un’intelligenza artificiale troppo avanzata. L’annuncio è stato segnato dall’uscita di uno dei cofondatori dell’azienda, Ilya Sutskever, così come del responsabile del team, Jan Leike. “OpenAI deve diventare un’azienda che pone la sicurezza dell’IA generale prima di ogni altra considerazione”, ha scritto Jan Leike venerdì su X. Sam Altman ha espresso il suo rammarico nel vederlo partire, aggiungendo che “ha ragione, dobbiamo fare di più, è il nostro obiettivo”.

L’azienda ha presentato lunedì la nuova versione del suo prodotto principale, con GPT-4o, prestazioni migliorate e un comportamento che si vuole più vicino agli umani, rendendolo inoltre gratuito per tutti gli utenti. “In futuro, ci aspettiamo di offrire ancora più opzioni, in quanto contiamo di aggiungere voci a ChatGPT per rispondere meglio agli interessi diversi e alle preferenze degli utenti”, ha aggiunto OpenAI sul suo blog.

Fonte: corriere.it

➡️ACCEDI A CHATGPT IN ITALIANO CLICCANDO QUI ! ⬅️

Esegui l'accesso per Commentare